Divertimento

Il grande uomo per i Celtics è stato imbarazzato dal suo discorso sulla spazzatura durante la perdita di Cleveland

Getty

Donovan Mitchell di Cavaliers, che suona per lo Utah Jazz.

Anche senza Jayson Tatum e Al Horford, i Boston Celtics sono ancora riusciti a forzare i Cleveland Cavaliers ad andare negli straordinari lunedì sera.

Sebbene i Cavaliers siano tornati per legare il gioco, il gioco dei Celtics è stato tutt’altro che perfetto mentre costruivano un vantaggio di 14 punti andando nell’ultimo periodo. Al segno di 0,8 secondi, si è verificata un’illustrazione privilegiata.

A causa di un fallo commesso dai Cavalieri, il grande uomo del Celtics Grant Williams andò alla linea di tiro libero e fece entrambi i tentativi.

Con il punteggio legato a 109, Williams è stato visto sulla telecamera che diceva alla sua squadra: “Imma fa entrambi” prima di tentare un tiro libero. Williams ha continuato a sparare male e forzare gli straordinari.

“I’mma make both.”

Con 0,8 secondi rimasti e il punteggio legato a 109, Grant Williams è passato a Donovan Mitchell, ma Mitchell ha perso entrambi i suoi tentativi di tiro libero.

— ClutchPoints (@ClutchPointsApp) March 7, 2023

Con il candidato MVP Tatum fuori dalla formazione, i Celtics non potevano raccogliere solo cinque punti negli straordinari.

Mitchell Chirps at Williams During Cavs Win

Anche prima dei tiri liberi, Williams non era l’unico a fare rumore. Donovan Mitchell, una superstar per i Cavaliers, ha detto dopo la partita che lui e Williams hanno scambiato le parole prima che i tiri liberi declinanti di Williams.

La spazzatura che parlava di Mitchell non era particolarmente viziosa. Il giocatore di Star Cavs ha detto ai giornalisti dopo la partita di aver scherzato con Williams durante l’intervallo che i due avrebbero avuto molto da discutere durante la teleconferenza dell’Associazione dei giocatori di giovedì sul suo tiro libero mancato. Mitchell e Williams sono entrambi partecipanti attivi nel consiglio dei rappresentanti dei giocatori.

Ci ha dato entrambi, ma Mitchell sta pensando: “Non ho fatto casulare Marcus Smart per la punta”. Smart era il destinatario del passaggio. E grazie a Dio non ha colpito nessuno di loro, perché abbiamo vinto.

La vittoria sui Celtics è stata cruciale per Cleveland. Il record di Cleveland è 3-3 dalla pausa All-Star, inclusa una perdita umiliante contro gli Atlanta Hawks circa due settimane fa.

È difficile indicare un singolo problema che ha afflitto i Cavs nelle ultime sei partite, ma il loro scarso tiro a tre punti è stato un problema costante. Nelle ultime sei partite, la percentuale di tiro dei Cavaliers da Deep è scesa al 37,1%, mentre hanno permesso agli avversari di sparare al 40,9%.

I Cavs hanno giocato due squadre tra i primi dieci in percentuale di tre punti in questa stagione, i Nuggets e i Celtics, due volte ciascuno. E durante quel lasso di tempo, sono inclusi anche i pistoni (classificati 22 °) e gli Hawks (19 °).

Anche se Evan Mobley e Jarrett Allen sono due dei migliori difensori dei Cavs, non saranno in grado di mantenere l’opposizione fuori dal perimetro nei playoff. Quando si tratta di difendere colpi a tre punti, Mitchell e Garland hanno entrambi rating netti negativi in ​​questa stagione.

Cavs Working to Develop Trust

Da notare il fatto che i Cavalieri sono di nuovo la migliore squadra difensiva della NBA.

I Cavs si sono esibiti così bene a causa dell’elevato livello di fiducia che esiste tra loro. Dopo la vittoria dei Celtics, il capo allenatore JB Bickerstaff ha dichiarato che la mancanza di esperienza della squadra ha reso difficile costruire fiducia tra i suoi membri.

“Questa squadra è costruita sulla fiducia e talvolta la fiducia viene dalla fiducia cieca”, secondo quanto riferito Bickerstaff ha detto al Jason Lloyd di Athletic. Non ci sono prove che abbia mai avuto successo in una situazione ad alta pressione. Ma è così che vengono costruite grandi team: in modo incrollabile la fede che ogni membro farà sempre ciò che è meglio per il gruppo.

Tuttavia, i Cavs sono persistenti nei loro sforzi per aumentare il livello di fiducia che esiste tra la squadra.

E quella fiducia è ciò su cui questa squadra sta ancora lavorando, ha detto Bickerstaff. Poiché “quella fiducia proviene in genere da quelle esperienze condivise” e “non abbiamo ancora quelle esperienze condivise”, questa spiegazione è giustificata.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button